Occhio di tigre: il cristallo di quarzo di Obsydian

L’occhio di tigre di Obsydian è un cristallo di quarzo, con splendide fasce di colore giallo dorato che lo attraversano creando delle sfumature dorate che generano magnifici effetti luminosi giallo-oro. I bellissimi riflessi di luce ondeggianti sono dovuti alla presenza di fibre crocidolite, note come “amianto azzurro”, che impartiscono alla pietra un effetto particolare detto “gatteggiante”. Questa pietra si presta molto bene a lavorazioni sia di piccole che di grandi dimensioni, ma anche come cabochon o come bacchette. Lo spessore minimo di lavorazione è 3 mm più supporto su cui viene applicato, può essere lavorato sia creando un disegno “casuale” che in disegno “uniforme” o “geometrico”.

Lo sapevate che…

Fin dall’antichità questa pietra è considerata come un potente amuleto contro demoni e sortilegi. Questa pietra ha la reputazione di essere una gemma meravigliosa per attrarre ricchezza e abbondanza.


Scheda tecnica

AZIENDA: Obsydian
MATERIALE: Occhio di tigre
LUOGO DI ORIGINE: Africa meridionale
DIMENSIONI: La pietra estratta dai giacimenti è di dimensioni notevolmente ridotte rispetto ai marmi e si presenta sotto forma di grezzo di dimensioni variabili (ad es. 20 kg. per 30cm x 50 cm)
AVVERTENZE/CONSIGLI UTILI: è importante ricordare che non bisogna superare la temperatura di 90° perché è la temperatura massima che può sopportare la colla.

Condividi questo articolo